dic 23

Diario : “ La mia Guerra – Anni 1915 – 1918” di Oreste Sinodo Barotti di San Pietro Polesine.

L’ho letto con commozione. Un resoconto preciso, reale che uno non si aspetta. A scuola ci hanno narrato il conflitto con tanti omissis, puntando più sull’eroismo e non sui massacri di migliaia di giovani.

Dopo una una premessa, il Diario,  è diviso in nove periodi corrispondenti ai vari fronti di guerra.  La guerra vera, infatti,  nella sua cruda realtà, ci viene consegnata non dai libri di testo con pagine  zeppe di alleanze e intese, sequenze di date,  battaglie perse e vinte, ma prive dell’umanità dolente di chi, solo, l’ha vissuta e fissata nei diari.

Leggi tutto »

dic 23

La Grande Guerra 1915 – 1918

Oggi siamo diventati devoti della dea Pace e della dea Umanità perché non siamo più noi in  grado a dover sopportare il peso della difesa, né siamo più in grado   di condizionare gli eventi e le relazioni internazionali . Nel dibattito seguito in questo anno ,taluni hanno parlato della Grande Guerra come di  “una strage inutile”. Non fu inutile perché allora tutte le guerre risorgimentali dovrebbero essere considerate inutili, mentre la “nazionalità d’Italia era incompleta”. Per   le grandi potenze dominanti, soprattutto gli imperi centrali, nel 1913, noi saremmo diventati vassalli  e per non diventare vassalli e minacciati politicamente, occorreva la dura necessità di schierarci da quella parte della bilancia  che avrebbe potuto evitare un’unità faticosamente conquistata. Non possiamo, quindi,  giudicare con i criteri attuali un contesto storico diverso dal presente. Leggi tutto »

lug 25

I nuovi schiavi

amina_01Non condivido l’accoglienza incondizionata se, quei disperati, poi vengono sfruttati con una paga  di un euro a giorno per la raccolta di pomodori tra Puglia e Basilicata. Una vergogna per i “buonisti di professione che mai denunciano questa piaga.

“Accoglienza, accoglienza”, si grida ipocriticamente senza tener conto di come molti finiscano preda  di truffatori, di sfruttatori senza scrupoli. Sembra di leggere L’urlo e il furore, il  romanzo dello scrittore statunitense William Faulkner, per le condizioni in cui vivono. Leggi tutto »

lug 25

Castelmassa e Guareschi

Locandina-Mostra-Guareschi_low

 

La nostra Piazza ha fatto il giro del mondo. Una storia lunga settant’anni dalla prima pubblicazione di “Don Camillo  -  mondo piccolo”. Giovannino Guareschi, nel 1941, era stato incaricato di scrivere sei articoli per il “Corriere della sera” sulla via Emilia. Da Piacenza arriva fino a Rimini in bicicletta. Leggi tutto »

dic 03

I monumenti ai caduti della grande Guerra (1915 – 1918)

Testimonianze inedite dai Comuni di Castelmassa, Castelnovo B.,Ceneselli

Pagina 2 di 2112345...1020...Ultima »